Portali comparatori: di cosa si tratta? Sono affidabili?

I portali comparatori come CheTariffa.it sono degli strumenti comodi per trovare in poco tempo il prodotto o il servizio che più si avvicina alle nostre esigenze.

Ad oggi su Internet sono tantissimi i siti comparatori che gli utenti hanno a disposizione, e possono riguardare qualsiasi tipo di prodotto o servizio. Ma sono davvero affidabili? Ci sono costi e commissioni legati a questi siti? E soprattutto, come funzionano?

Navigando su Internet, una persona su due utilizza portali comparatori per il confronto prezzi di beni e servizi e per trovare la tariffa più conveniente. Infatti, se sono numerosi gli operatori presenti sul mercato, le tariffe lo sono ancora di più.

Tuttavia, bisogna considerare il fatto che le classifiche riportate sulle pagine web dei comparatori di prezzi non sono sempre neutrali. Infatti, a volte i prezzi possono dipendere da versamenti di provvigioni oppure da rapporti commerciali.

Di conseguenza, potrebbe essere consigliabile scegliere di utilizzare sempre i comparatori di prezzi in modo critico e confrontare le offerte su diversi siti oltre che sui siti dei singoli operatori.

Ma vediamo adesso come funzionano questi siti comparatori.

Cosa sono i portali comparatori e come funzionano?

I siti Web comparatori sono dei portali presenti su internet che confrontano i prodotti offerti da una serie di fornitori e spesso includono più prodotti offerti dallo stesso fornitore. I siti Web comparatori possono essere uno strumento utile, ma è prima di tutto importante sapere come funzionano questi siti prima di fare affidamento sul risultato della ricerca effettuata.

I comparatori di prezzo sono strumenti gratuiti e facili da utilizzare che permettono agli utenti di risparmiare tempo e denaro, permettendo di confrontare centinaia di offerte dei principali fornitori, effettuando una selezione dei prodotti migliori sulla base delle proprie specifiche necessità.

Infatti, i portali comparatori online consentono, inoltre, di risparmiare sulle tariffe di energia, cellulari e anche dell’Rc Auto permettendo così un risparmio significativo. I comparatori online sono ormai una realtà consolidata e funzionano, non a caso vengono utilizzati giorno dopo giorno da un numero crescente di italiani di ogni età ed estrazione sociale.

Atterrando su un sito di comparazione, l’utente potrà facilmente effettuare una ricerca del servizio o del prodotto desiderato, impostare tutti i filtri di ricerca impostando i limiti di prezzo, ad esempio, e altri fattori che lo aiuteranno nel trovare subito la soluzione più adatta.

Una volta effettuata la ricerca, l’utente otterrà una lista di prodotti e servizi ordinati in base al prezzo o alle recensioni degli altri utenti, oltre ad avere accesso alla scheda di ogni prodotto presente nella lista.

Sono affidabili i portali comparatori? Quali sono i vantaggi?

Tra i principali vantaggi di questo strumento sono tanti. Infatti, questi permettono di risparmiare tempo nella ricerca e nel confronto di offerte per prodotti o servizi visualizzando risultati rilevanti su un unico sito web. Inoltre, consentono di confrontare le offerte di prodotti spesso piuttosto complessi o che comportano un investimento a lungo termine, come nel caso delle offerte di assicurazioni sanitarie, energia o telecomunicazioni.

In più, con i portali di comparazione è più facile individuare quei prodotti o servizi che soddisfano le tue preferenze, oltre al fatto che offrono supporto nel passaggio da un fornitore di servizi all’altro con relativa facilità.

Possiamo dire che nella maggior parte dei casi si tratta di piattaforme affidabili, anche perché acquistando online un prodotto o un servizio si gode degli stessi diritti che hai quando acquisti in un negozio. Hai il diritto di aspettarti: dichiarazioni o affermazioni veritiere e accurate, tutte le informazioni necessarie e importanti di cui hai bisogno sul prodotto e una comunicazione trasparente dei rapporti commerciali. Gli operatori dei siti Web di confronto possono essere considerati fuorvianti se omettono di visualizzare, o mostrano in modo errato, informazioni rilevanti e non sono trasparenti sui rapporti commerciali.